To top
31 Lug

Nona tappa di Napoli fashion on the road

Riunire il Mediterraneo.

Cos’è Napoli fashion on the road? Clicca quì per saperne di più.

Nella spettacolare cornice di Baia, si è appena svolta la nona tappa di “Napoli fashion on the road”, l’originalissimo progetto che il Web Magazine www.ragazze.it ha avviato ormai da un anno, con grande successo. L’evento, volto a promuovere sempre di più Napoli come capitale della moda, oltre che mettere in luce le bellezze della regione Campania, ha visto come protagonista indiscussa, la grande moda internazionale. Si è scattato in Villa Ferretti a Baia all’ombra del famoso Castello Aragonese. Il team di Ragazze.it è riuscito a riunire in unico luogo tutto il Mediterraneo; dalla Sardegna e alla Turchia per quanto concerne gli indumenti, sino ad arrivare alla Spagna (Mallorca) ed ovviamente a Napoli, per ciò che riguarda rispettivamente la scelta del vino, della pizza e della mozzarella.

Ai piedi del Castello Aragonese di Baia.

Da qui dunque, la scelta accurata della ragazza che si è prestata al lavoro dei fotografi; una bellissima modella, dai tratti orientaleggianti, che sembra racchiudere in un solo colpo, gli aspetti somatici delle quattro culture sopre menzionate. Neanche l’individuazione della location è frutto del caso; quella Villa Ferretti che, con la sua piccola e graziosa spiaggia, riaperta pochi mesi fa al pubblico dopo essere stata confiscata alla camorra, assurgendo così a simbolo di riscatto di una terra che ha bisogno di mettere finalmente a nudo le proprie bellezze. Chiamata così dal cognome di una facoltosa famiglia di armatori genovesi che decise, a fine 800’, di trasformarla nella propria residenza estiva, questa sontuosa dimora, situata ai piedi del Castello Aragonese di Baia, sede del Museo Archelologico dei Campi Flegrei. Luogo da cui si può godere di un paesaggio mozzafiato, a poca distanza dalle meraviglie di Baia Sommersa apprezzabili grazie al Centro Sub Campi Flegrei. Villa Ferretti è appartenuta per anni al boss della camorra Giuseppe Costigliola che da qui dirigeva i suoi loschi affari. Grazie però all’intervento delle istituzioni ed alla collaborazione solerte della giustizia, con una sentenza del 1997, Villa Ferretti fu definitivamente confiscata alla malavita e restituita alla collettività.

Norma Swimwear, costumi di lusso Made in Istanbul.

La bellissima modella che si e’ prestata allo shooting fotografico, ha indossato nell’occasione, abiti della nota griffe turca di luxury beachwear, Norma Swimwear, curata dalla giovane imprenditrice di Istanbul, Merve Kardes. Il brand, che si avvale di eccellenti sarti turchi che lavorano con grande passione e cura dei dettagli alla creazione di capi che mescolano lo stile vintage e retrò di un tempo, con quella che è la moda del momento, cerca di proporre il costume non soltanto come capo da utilizzare prevalentemente in spiaggia, ma anche come indumento da sfoggiare in situazioni che richiedono particolare eleganza. Un marchio, insomma, che grazie alla sua visione d’avanguardia ed alle sue idee di tendenza, si segnala in continua ascesa nel mercato internazionale. Basti pensare che ha già fatto la sua apparizione sulle prestigiose copertine di Maxim Australia, Cosmopolitan India oltre ad altri quotatissimi magazine internazionali.

Clicca quì per vedere il VIDEO BACKSTAGE su Facebook.

Mantiglie sarde del brand Inveloveritas.

Geniale, in particolare, l’idea di ricreare quello storico connubio che un tempo univa i “Mori” alla cultura sarda, attraverso la scelta dei caratteristici scialli detti anche “muccadòre”, realizzati dal brand sardo Inveloveritas, curato da due giovani stilisti sardi, Maria Francesca Maniga e Giuseppe Scalas il cui obiettivo è quello di far rivivere Il folkloristico indumento, utilizzato in moltissime zona della Regione sin dagli inizi dell’800’. In quella che un tempo era considerato uno dei luoghi di villeggiatura preferito dai romani, traboccante di lussuose ville e di impianti termali, non poteva non essere altrettanto oculata la scelta delle vivande e del cibo.

La pizza margherita della neonata Pizzeria Caravaggio.

La modella, assapora una coloratissima pizza margherita, servita in un raffinato piatto di ceramica, di famosa manifattura vietrese, preparata per l’occasione dalla neonata Pizzeria Caravaggio. I due giovani imprenditori Francesco Cancelliere ed Oreste Improta, dopo il grande successo riscosso dalla loro “Trattoria Caravaggio”, situata a Piazza Cardinale Sisto Riario Sforza, ovvero nel cuore del centro storico di Napoli, e divenuta nel giro di pochi anni, tappa obbligata per i turisti che si addentrano nei caratteristici vicoletti della città per assaporare la tradizione culinaria partenopea, hanno deciso di dedicare un secondo locale alla regina della cucina locale; sua maestà, la pizza. Cosi’, dopo aver soddisfatto i palati dei suoi tanti clienti con ricette personalizzate e preparate nel rispetto delle tradizioni locali (da provare in particolare, la pasta trafilata al bronzo dell’Agro Nolano con pomodorini del piennolo, il ragù, la genovese ma anche secondi piatti come pesce spada ai pomodorini), dall’incontro con il pizzaiolo Francesco Camerlingo, il noto ristoratore ha deciso di tuffarsi in questa nuova sfida, con l’apertura del nuovissimo locale che avrà sede in Via dei Tribunali, proprio a pochi passi dalla trattoria. Francesco Cancelliere ed Oreste Improta, aiutati da coraggio e creatività, sfideranno dunque il prestigio e la tradizione storica delle pizzerie del centro storico di Napoli.

Cucina mediterranea con la mozzarella di bufala campana.

Ricercata, come dicevamo, anche la scelta del vino. Si passa dunque, ad un’altra bontà caratteristica della cucina mediterranea; la salutare caprese preparata con pomodori San Marzano e Mozzarella di bufala del Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, sorto nel 1981 e riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali come unico organismo deputato alla valorizzazione di questo preziosissimo prodotto nostrano, conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo, al punto che nel 1996 ha ricevuto la denominazione di origine protetta, il prestigioso marchio europeo con cui vengono riconosciute le particolari caratteristiche merceologiche ed organolettiche dei vari prodotti.

Vino dell’isola di Mallorca.

Tutto questo, mentre la ragazza, sorseggia un calice di vino Sa Vall, prodotto dall’ azienda vinicola spagnola Vins Miquel Gelabert dell’isola di Mallorca. Vino molto apprezzato in ambito internazionale e vincitore di numerosi premi tra cui la prestigiosa “Medaglia d’oro alla Vendemmia”, al Salone Internazionale del Vino di Madrid del 2010. Fondata nel 1985 da Miquel Gelabert, l’azienda vinicola è stata creata per unire le antiche e tradizionali tecniche dei viticoltori locali, con la tecnologia moderna, al fine di dare vita a prodotti di alta qualità. Prodotti insigniti di ben 100 tra premi e riconoscimenti. Nei vigneti più antichi, le uve vengono selezionate in base alla loro maturità, controllando in maniera meticolosa la temperatura e la coltivazione. Inoltre, la fermentazione dei vini avviene senza l’ausilio dei lieviti selezionati, per poi essere invecchiati in barili da 225 litri, realizzati per l’80% in rovere francese e per il 20% in rovere americano.

Insomma, scatti realizzati in un’atmosfera magica, contornata dal mare dello splendido golfo di Napoli e che unito alle eccellenze dei prodotti e dei marchi del Mediterraneo, rendono Napoli e la Campania, il palcoscenico perfetto per la moda internazionale.

Pasquale De Falco

 

Produzione: Officina Creativa sas
Casting: Ragazze.it
Direzione Artistica: Cristiano Luchini
Fotografia: Renato Luchini, iPhotox
Foto Backstage: Gianni Russo
Video Backstage: Curtis & Moore Italia
Assistente: Imma Iliano
Make-Up: Studio Estetico Glamour
Fotomodella: Anna Crispino
Stilista: Norma Swimwear
Mantiglie: Inveloveritas
Calzature: Bang
Location: Villa Ferretti, Baia (NA)
Sponsor Gastronomìa: Pizzeria Caravaggio, Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Vins Miquel Gelabert
Staff
Nessun commento

I commenti sono chiusi