To top
20 Gen

Il caffè un piacere unico

Punto di forza del Made in Italy, anche se non è possibile coltivarlo in Italia. Un piacere conviviale, ma anche intimo e personale. Il caffè risulta essere la bevanda più amata dagli italiani, considerato che il 96,5% tra i 18enni e i 65enni ne consuma discretecoffee-drnking quantità. Questo è il dato principale emerso dall’indagine condotta da AstraRicerche per conto di Consorzio Promozione Caffè attraverso interviste di un campione di oltre mille individui rappresentativi di circa 37 milioni di italiani. Fondamentale l’aspetto conviviale: il 50% considera il caffè qualcosa da offrire con piacere ad altre persone o un’esperienza da condividere con altri (31%).

Sono poi poche le persone convinte che il caffè non sia salutare(6%): viene vissuto principalmente come una bevanda che dà energia, aiuta a stare svegli, a non addormentarsi (42%) e migliora la concentrazione e le prestazioni mentali (34%). Il caffè, oltre alla caffeina, contiene numerose sostanze il cui potenziale ruolo benefico sull’organismo è costantemente oggetto di studio.

In particolare, sono state rilevate diverse componenti dalle spiccate proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie, che sono comunque insufficienti per compensare il rischio derivante da un consumo elevato di caffè.

Un limite ragionevole è fissato nell’assunzione di 300 milligrammi di caffeina al giorno. In base a queste considerazioni viene dunque suggerito un limite di tre tazzine di espresso al giorno per le donne e gli uomini di corporatura esile, e di quattro tazzine per i maschi che vantano una costituzione fisica più robusta.In gravidanza è buona regola limitare molto il consumo di caffè, in considerazione del fatto che alte dosi di caffeina risultano pericolose per la salute del feto.

W il caffè!

Staff
Nessun commento

I commenti sono chiusi